Ass. I luoghi dell'abbandono - sede legale : Dueville (Vicenza) via Pilastroni n° 5 36031 codice fiscale : 95127540243
LE MOSTRE DELL’ABBANDONO
IL VIAGGIO «Il silenzio assordante di Chernobyl » raccoglie gli scatti realizzati da molti fotografi nella cosiddetta «area di alienazione»: case, scuole, locali pubblici dove la citta’ è stata come cristallizzata da 33 anni. Un luogo dell’abbandono dove il tempo si è fermato, sfregiato da un mostro invisibile: le radiazioni.
I NUMERI DELLA MOSTRA 1500 m² di esposizione 600 m lineari di percorso N° 44 stanze allestite n° 55proiezioni video di approfondimento 530 Foto in esposizione
COSA VEDERE All’interno di una suggestiva location abbandonata, è stato ricreato un percorso multisensoriale che tramite oggetti, suoni, odori e immagini trasporta il visitatore nell‘odierna città fantasma di Pripyat, la città progettata e costruita per ospitare gli operai e i tecnici della centrale nucleare di Chernobyl con le loro famiglie.
“Un viaggio nel tempo” Dopo i successi di Dueville, Recoaro, Bondeno, Vicenza la mostra arriva a Granzette, ampliata e rinnovata ancora più suggestiva e dettagliata.
GALLERY
DOVE SI TROVA
All’interno dell’ex ospedale psichiatrico di Granzette (Ro) In via Chiarugi, 135 Segui la pagina facebook I luoghi dell’abbandono per essere sempre aggiornato.
Ass. I luoghi dell'abbandono - sede legale : Dueville (Vicenza) via Pilastroni n° 5 36031 codice fiscale : 95127540243
IL VIAGGIO «Il silenzio assordante di Chernobyl » raccoglie gli scatti realizzati da molti fotografi nella cosiddetta «area di alienazione»: case, scuole, locali pubblici dove la città è stata come cristallizzata da 33 anni. Un luogo dell’abbandono dove il tempo si è fermato, sfregiato da un mostro invisibile: le radiazioni.
I NUMERI DELLA MOSTRA 1500 m² di esposizione 600 m lineari di percorso N° 44 stanze allestite n° 55 proiezioni video di approfondimento 530 Foto in esposizione
“Un viaggio nel tempo” Dopo i successi di Dueville, Recoaro, Ferrara e Vicenza la mostra arriva a Granzette, ampliata e rinnovata ancora più suggestiva e dettagliata.
COSA VEDERE All’interno di una suggestiva caserma abbandonata, è stato ricreato un percorso multisensoriale che tramite oggetti, suoni, odori e immagini trasporta il visitatore nell‘odierna città fantasma di Pripyat, la città progettata e costruita per ospitare gli operai e i tecnici della centrale nucleare di Chernobyl con le loro famiglie.
GALLERY - ORIGINALE o RICOSTRUZIONE
DOVE SI TROVA
Via Chiarugi, 135 Ex Ospedale psichiatrico Granzette Rovigo
Sabato dalle 14.00 Domenica dalle 10.00 Ultimo ingresso ore 18.00 Scolaresche su prenotazione